Tu sei in:  Home Cultura e territorio Storia di Caulonia
Italian - ItalyFrench (Fr)Deutsch (DE-CH-AT)GreekEnglish (United Kingdom)
Dettaglio info


Storia di Caulonia Dettaglio  
X

Vista:
Periodo storico: 0000
Tipologia: Testo
Parole chiavi: Caulonia,reggio calabria,storia

Caulonia,incastonata sopra un masso rupestre, "a foggia di un triangolo scaleno", in un profumo di zagare, ginestre e gelsomini dall'alto dei suoi trecento metri, affascina per i suoi costumi e per le sue tradizioni.


Le origini della nascita e dell’espansione di  Caulonia, sembrano risalire  intorno al 722 a.C.. Costruita, sotto il presidio dei Crotoniati, sulla sponda sinistra del Sagra, nei pressi del monte Caulone, divenne ben presto una repubblica autonoma ed indipendente, capace di coniare monete e dettare le sue mosse. Nel 389 a.C., Caulonia venne assediata, espugnata e distrutta dal tiranno di Siracusa, Dionisio I, con il tacito benestare della Repubblica di Locri. Alla morte del tiranno, avvenuta nel 367 a. C., dopo essere stato sconfitto dai Cartaginesi ad Erice, sul trono di Siracusa salì il figlio, Dionisio II che, come primo provvedimento, diede ai Locresi l'incarico di ricostruire e di ripopolare Caulonia. Durante le guerre puniche, venne rasa al suolo dall'esercito del "Temporeggiatore" Fabio Massimo, nel 200 a.C., in esecuzione di un inappellabile verdetto emanato dal Senatus Populusque Romanus.Per volere dei vincitori, al greco Caulonia si sostituì il latino Castelvetere e, di conseguenza, i superstiti della strage dovettero tagliare i ponti con le loro tradizioni magnogreche. Col passare del tempo, pur tra i torbidi eventi di quell'epoca, Castelvetere ritornò a splendere nel firmamento della Calabria citeriore. In seguito alla guerra di successione polacca, dai Carafa passò ai Borboni, sotto il cui dominio rimase fino alle prodezze garibaldine. Il 30 giugno del 1862, in seguito all'unificazione territoriale dell'Italia, con decreto N. 123830 del Ministero dell'interno, cambiò il suo nome, riprendendo quello glorioso dell'antica Caulonia. Durante il Fascismo, ebbe l'onore di gloriarsi, dopo Milano, del secondo gagliardetto d'Italia mentre, in campo sportivo, con la sua squadra, ottenne il secondo posto al campeggio "Dux" di Roma. Oggi, dei 96 comuni della provincia di Reggio Calabria, Caulonia è lI terzo per estensione territoriale



Categoria: Storia e tradizioni   ->  Storia dei luoghi
Situata a:   89041   Caulonia(RC)    Mappa

Info correlate - Comune di Bianco - Bianco Vecchio e la sua storia - Spiaggia di Capo Bruzzano - Memorial Scacchistico Paolo Musolino - Corribianco - Monastero di San Giovanni Theresti - Convento dei SS. Apostoli - Le cascate del Marmarico - Bagni di Guida - Storia di Gerace - Il centro storico - La cattedrale di Gerace - Il Museo diocesano - castello - Chiesa dell’Annunziatella - Chiesa di San Francesco d’Assisi - Chiesa di San Giovannello - Chiesa di Santa Maria del Mastro - Artigianato di Gerace - Siti archeologici - Il Borgo Incantato - Locri storia - Il Museo Nazionale di Locri - Centocamere - Cinta Muraria di Locri Epizeferi - Necropoli - Santuario di Persefone - Stoà ad u - Tempio di Atena - Tempio di Marasà - Il Santuario di Demetra - Santuario di Grotta caruso o delle Ninfe - Rassegna di Teatro Classico - Ai confini del Sud - Il castello - L’area archeologica di Caulonia - Complesso archeologico subacqueo - Il tempio della Passoliera - Tempio dorico di Caulonia - Pazzano - L’Eremo di Monte Stella - Portigliola - Tempio Marafioti - Teatro Greco-Romano - Area archeologica di Quote S. Francesco - Torre di Castellace - Torre dei Corvi - Stilo - Stilo centro storico - La Cattolica - Castello Normanno - Duomo - Chiesa di San Francesco - Chiesa di San Giovanni Nuovo - La Ferdinandea - Fonderia Ferdinandea - Palio di Ribusa - Le antiche fontane pubbliche - Monumento ai Cinque Martiri - Castello di Gerace - Museo Diocesano di Gerace - I Cinque Martiri - Personaggi Illustri - Stilo sotto la neve - Santuario - Antonimina storia - Ciminà storia - Chiesa S. Nicola di Bari - Chiesa dell'Addolorata - Chiesa dei SS. Pietro e Paolo - Canolo storia - Chiesa Madonna delle Nevi - Chiesa di San Nicola - Samo storia - Chiesa della SS. Annunziata - Santuario di San Giovanni Battista della Rocca - Careri storia - Chiesa di San Nicola di Bari (Matrice) - Chiesetta di Bagni - Chiesa del SS. Salvatore - Chiesa di San Leo - Africo storia - Riace storia - Roccella Jonica storia - Marina di Gioiosa Jonica storia - Chiesa San Nicola di Bari - Antonimina Terme - Miniere di carbon fossile - Villa Romana - Parco Museo di Arte contemporanea Santa Barbara - Tempio di casa Marafioti - Chiesa di Santa Maria del Soccorso - Festa di Maria SS. di Pugliano - Il Greco di Bianco - Monasterace storia - L’area archeologica di Quote S. Francesco - Teatro greco-romano - Teca di Pirettina - Bivongi storia - Le antiche miniere di Pazzano - Tempio dorico di Caulonia - Gioiosa Ionica storia - Festa Patronale - Martone storia - Bovalino storia - Archeologia a Bovalino - Ferruzzano storia - Caraffa del Bianco storia - San Giovanni di Gerace storia - San Benedetto Ullano storia - Cerzeto storia - Lattarico storia - Regina (frazione di Lattarico) storia e origini - Canna Storia - Rota Greca storia - Lappano storia - Bruzzano Zeffirio Storia - Storia - STORIA E ORIGINI DI ROTA GRECA CS


Torna indietro