Tu sei in:  Home Cultura e territorio Palio di Ribusa
Italian - ItalyFrench (Fr)Deutsch (DE-CH-AT)GreekEnglish (United Kingdom)
Dettaglio info


Palio di Ribusa Dettaglio  
X

Vista:
Periodo storico: 0000
Tipologia: Testo
Parole chiavi: Palio di Ribusa, stilo, reggio calabria

Dopo 280 anni di interruzione, nel 1997 Stilo, per celebrare la memoria del suo illustre passato, ha ripreso la tradizione del “Palio di Ribusa”: l’evento è divenuto una delle rievocazioni storiche più interessanti e suggestive della Calabria


Il “Palio di Ribusa” è una delle rievocazioni storiche più interessanti e suggestive della Calabria: un viaggio singolare nel passato, in particolare nella società e nelle istituzioni del Regno di Napoli tra i secoli XV-XVII. La sua istituzione è connessa allo svolgimento della “Fera de Rebusa”, tra le più importanti fiere organizzate in antico in Calabria; il Palio si svolgeva, infatti, nel giorno di inaugurazione della fiera, di cui era parte integrante. Da due antichi atti notarili (risalenti, rispettivamente, al 1650 e al 1717) si sa che la fiera aveva regolamenti rigorosi, fatti rispettare con zelo dalle autorità locali affinché non si verificassero soprusi e fossero rispettati i diritti di tutti (a tal fine erano nominati il Mastrogiurato, un sovrintendente generale, e due “giudici di confine”, che controllavano i posti assegnati ai mercanti). La gara vera e propria si svolgeva in genere in un luogo di Stilo denominato “piano di Santo Francesco” (salvo che per un certo periodo, in cui si tenne nei pressi di una delle cinque porte della cinta urbana, quella detta “Scanza li Gutti”). I più abili cavalieri della città e dei suoi cinque casali (Camini, Guardavalle, Pazzano, Riace e Stignano) si misuravano in gare di diverso tipo (tornei cavallereschi, tiro al cerchio, tiro all’anello, tiro con l’arco, tiro con la balestra, tiro al montone). Una cerimonia solenne, cui partecipavano tutte le autorità cittadine, accompagnate da cavalieri, suonatori, araldi e armigeri, precedeva l’inaugurazione della fiera. Ricevuta la bandiera (che sostituiva, all’origine, il drappo - palio - assegnato in premio al casale o al rappresentante della stessa città), il “sindaco dei nobili” raggiungeva il luogo in cui si svolgeva la fiera. Al corteo prendevano parte, oltre agli altri sindaci e deputati della città e dei casali, molte autorità, ma anche paggi, damigelle, armigeri, corporazioni e la “giunta” eletta dai cittadini. Raggiunto il piazzale e completata l’inaugurazione della fiera, la bandiera (donata da Carlo V) veniva fissata su una quercia secolare e data in guardia al Battaglione della città, affinché la custodisse prima della consegna al vincitore. Dopo 280 anni di interruzione, nel 1997 la città di Stilo ha ripreso questa tradizione per celebrare la memoria del suo illustre passato. Oggi il Palio di Ribusa si svolge ogni anno nella prima domenica d’agosto e nei giorni immediatamente precedenti: gli spettatori possono godere di cortei storici e di musiche rinascimentali, degli spettacoli dei giullari e di quelli dei cantastorie; una fantasmagorica folla di figuranti (arcieri e balestrieri, cartomanti e chiromanti, sbandieratori, cavalieri e dame) concorre alla riuscita della manifestazione, che è tra le più spettacolari della Calabria. Tutto si conclude, infine, con la grande festa della premiazione, cui partecipano tutti gli artisti Durante i giorni della manifestazione tutto il centro storico viene rischiarato dalla luce delle fiaccole e nelle strade del centro si tiene un mercato in cui sono esposti e venduti prodotti di sapiente fattura artigianale. E la gastronomia completa l’opera, concedendo i suoi sapori più autentici e offrendo, nelle antiche taverne, il meglio della sua tradizione.



Categoria: Eventi accaduti  ->  Fiere e mercatini
Situata a: Via Monte Pasubio  89049   Stilo(RC)    Mappa

Info correlate - Comune di Bianco - Bianco Vecchio e la sua storia - Spiaggia di Capo Bruzzano - Memorial Scacchistico Paolo Musolino - Corribianco - Monastero di San Giovanni Theresti - Convento dei SS. Apostoli - Storia di Gerace - Il centro storico - Chiesa dell’Annunziatella - Il Santuario di Demetra - Complesso archeologico subacqueo - Il tempio della Passoliera - Tempio dorico di Caulonia - Pazzano - L’Eremo di Monte Stella - Portigliola - Teatro Greco-Romano - Torre di Castellace - Torre dei Corvi - Stilo centro storico - La Cattolica - Castello Normanno - Duomo - Chiesa di San Francesco - Chiesa di San Giovanni Nuovo - La Ferdinandea - Fonderia Ferdinandea - Palio di ribusa - Palio di ribusa - Antichi riti - Palio di ribusa - Tempo dorico - Chiesa dell'Addolorata - Chiesa della SS. Annunziata - Riace storia - Roccella Jonica storia - Marina di Gioiosa Jonica storia - Il Greco di Bianco


Torna indietro