Tu sei in:  Home Cultura e territorio Le antiche fontane pubbliche
Italian - ItalyFrench (Fr)Deutsch (DE-CH-AT)GreekEnglish (United Kingdom)
Dettaglio info


Le antiche fontane pubbliche Dettaglio  
X

Vista:
Periodo storico: 0000
Tipologia: Testo
Parole chiavi: antiche fontane, gerace,reggio calabria

Nel passato, prima dell’avvento dei moderni acquedotti, il sistema di approvvigionamento idrico a Gerace era affidato alla raccolta dell'acqua piovana nelle cisterne,che solo poche famiglie possedevano.


Nella totalità affidato alla raccolta dell’acqua piovana nelle cisterne, che solo però poche famiglie possedevano. I meno abbietti erano costretti ad attingere alle fontane poste extra moenia. Solo il 28 ottobre 1930 Gerace ebbe il suo acquedotto pubblico che trasportava l’acqua della Melìa. La fontana di Fràncica fu eretta nell’Ottocento sul sito di una preesistente presa d’acqua. È caratterizzata da un arco a tutto sesto cui internamente si sviluppa una volta a botte. La parete è modellata con un bugnato in pietra. La fontana di Fràncica è situata alle falde del Castello normanno. Su tale sorgente il famoso letterato Francesco Nicolai dedicò un sonetto. Oggi il monumento rischia di andare in rovina. La fontana della Piana fu eretta nel 1608, come si può leggere nell’ovale che adorna la chiave dell’arco ed aveva una peculiare funzione di pubblico servizio per l’approvvigionamento idrico. La struttura, recentemente restaurata, è una costruzione abbastanza complessa. L’acqua, che proveniva da una sorgente più in alto, attraverso l’acquedotto munito di canali posti sopra gli archi a tutto sesto, si riversava in una grande camera di decantazione. Da qui il liquido era distribuito su quattro fianchi, provvisti di lavatoi con le caratteristiche pietre sulle quali s’insaponavano e si strofinavano i panni. Una delle tre fiancate fungeva esclusivamente da abbeveratoio per gli animali. Sulla facciata principale che guarda a nord la vasca è riparata da una struttura voltata che si apre verso l’esterno con un arco a tutto sesto in conci di pietra locale. La fontana di Longuvardo, formata da una muratura in pietra e mattoncini sagomati, è formalmente ritmata da due paraste a tutta altezza, che concludono in una cornice scandita da modanature in mattoncini. Il canale scorre in una vasca rotonda centrale a cui è affiancata sul lato sinistro una vasca-lavatoio che rappresenta un’aggiunta o rifacimento più recente. L’artistico manufatto fu oggetto di una seconda fase di completamento tra il 1847 ed il ’48. Altre fonti testimoniate da documenti: Fontana interna del Borgo Maggiore posizionata al centro della piazzola di Campanella, nel luogo detto “limbu vecchju”. La conduttura proveniva dalla Sederìa. La vasca di raccolta dell’acqua si trova attualmente nella fontana posizionata in via S. Domenico. E poi ancora le fontane di Arghillà, Avulgari, Brigà e della Sederìa poste nelle omonime zone.



Categoria: Arte   ->  Sculture e Monumenti
Situata a: Piazza del Tocco  89040   Gerace(RC)    Mappa

Info correlate - Comune di Bianco - Bianco Vecchio e la sua storia - Spiaggia di Capo Bruzzano - Memorial Scacchistico Paolo Musolino - Corribianco - Monastero di San Giovanni Theresti - Convento dei SS. Apostoli - Le cascate del Marmarico - Bagni di Guida - Storia di Gerace - Il centro storico - La cattedrale di Gerace - Il Museo diocesano - castello - Chiesa dell’Annunziatella - Chiesa di San Francesco d’Assisi - Chiesa di San Giovannello - Chiesa di Santa Maria del Mastro - Artigianato di Gerace - Siti archeologici - Il Borgo Incantato - Locri storia - Il Museo Nazionale di Locri - Centocamere - Cinta Muraria di Locri Epizeferi - Necropoli - Santuario di Persefone - Stoà ad u - Tempio di Atena - Tempio di Marasà - Il Santuario di Demetra - Santuario di Grotta caruso o delle Ninfe - Rassegna di Teatro Classico - Ai confini del Sud - Il castello - Storia di Caulonia - L’area archeologica di Caulonia - Complesso archeologico subacqueo - Il tempio della Passoliera - Tempio dorico di Caulonia - Pazzano - L’Eremo di Monte Stella - Portigliola - Tempio Marafioti - Teatro Greco-Romano - Area archeologica di Quote S. Francesco - Torre di Castellace - Torre dei Corvi - Stilo - Stilo centro storico - La Cattolica - Castello Normanno - Duomo - Chiesa di San Francesco - Chiesa di San Giovanni Nuovo - La Ferdinandea - Fonderia Ferdinandea - Palio di Ribusa - Monumento ai Cinque Martiri - Castello di Gerace - Museo Diocesano di Gerace - I Cinque Martiri - Personaggi Illustri - Gerace di notte - Chiesa di San Martino - Stilo sotto la neve - Santuario - Antonimina storia - Ciminà storia - Chiesa S. Nicola di Bari - Chiesa dell'Addolorata - Chiesa dei SS. Pietro e Paolo - Canolo storia - Chiesa Madonna delle Nevi - Chiesa di San Nicola - Samo storia - Chiesa della SS. Annunziata - Santuario di San Giovanni Battista della Rocca - Careri storia - Chiesa di San Nicola di Bari (Matrice) - Chiesetta di Bagni - Chiesa del SS. Salvatore - Chiesa di San Leo - Africo storia - Riace storia - Roccella Jonica storia - Marina di Gioiosa Jonica storia - Chiesa San Nicola di Bari - Antonimina Terme - Miniere di carbon fossile - Villa Romana - Parco Museo di Arte contemporanea Santa Barbara - Tempio di casa Marafioti - Chiesa di Santa Maria del Soccorso - Festa di Maria SS. di Pugliano - Il Greco di Bianco - Monasterace storia - L’area archeologica di Quote S. Francesco - Teatro greco-romano - Teca di Pirettina - Bivongi storia - Le antiche miniere di Pazzano - Gioiosa Ionica storia - Festa Patronale - Martone storia - Bovalino storia - Ferruzzano storia - Caraffa del Bianco storia - San Giovanni di Gerace storia - Le antiche fontane - Chiesa di S. Caterina


Torna indietro