Tu sei in:  Home Cultura e territorio Artigianato
Italian - ItalyFrench (Fr)Deutsch (DE-CH-AT)GreekEnglish (United Kingdom)
Dettaglio info


Artigianato Dettaglio  
X

Vista: Ricreativa
Periodo storico: 0000
Tipologia: Testo
Parole chiavi: artigianato,marina di gioiosa ionica,rc

Marina di Gioiosa si fregia di aver dato i natali al torrone più lungo del mondo, rinomato dolce realizzato dall’arte dei pasticceri ed al quale è dedicata la degustazione annuale dell’8 dicembre.


Quella di Nicola Marcellino non è una tradizione tramandata e neppure una passione ricercata. Lavorare l’argilla è stata un’esigenza di creare, a contatto diretto con la materia, dando sfogo alla fantasia e guadagnandone puro relax. Oggi Nicola Marcellino vanta una bottega di pezzi unici nonché la sola in paese. I suoi lavori sono richiesti oltre che commissionati, non nascono dall’ausilio di mezzi (come il tornio o altri) e solo alcuni sono parzialmente dipinti. I colori di Marcellino si rifanno alla terra, come quella rossa della zona collinare di Marina di Gioiosa, quella celeste della vicina località Serulline o quella gialla della Sila. Ha iniziato con l’argilla di Cosimo Longo, nel ’94, ha presenziato alla sua prima mostra mercato qualche hanno dopo sino alla fiera di Reggio Calabria. Oggi i suoi pezzi arricchiscono case private, locali pubblici o piazze. Vincenzo Lombardo e Nino Martino..ieri e oggi di un’arte vecchia un secolo. Proprio come allora, Nino continua a non fare uso di strumenti, realizzando una cucitura artigianale delle classiche reti da pesca. Mani, ago e nilon sono sufficienti a portare a termine le cinque tipologie più usate di rete, dal tramaglio all’incastellato. Una rete può misurare dai 70 ai 200 metri, cucendone anche sessanta nell’arco di un anno. Per completarne una gli bastano 8h. Ma andiamo in mare… Nino e i suoi amici pescano per passione ma è anche il loro mestiere. Studiano, si organizzano e collaborano come una vera fabbrica…ma artigianale. La scelta della rete seleziona a priori il tipo di pesca quotidiana. In mare si sta per ore, anche dieci, dislocando seimila metri di reti e fino a trecento nasse (anch’esse rigorosamente cucite a mano). Durante il periodo invernale la partenza è fissata per le 02,00 e, a bordo dell’Andrea Doria, si lascia il vicino porto per non superare le dodici miglia, come impone la piccola pesca artigianale. Anche Franco Furfaro vanta il suo laboratorio. La sartoria, anche oggi, riesce a mantenere la sua originalità. Gli abiti di Franco Furfaro vantano poca tecnologia ma tanta artigianalità, fatta di gusto, quello per il classico ed i suoi colori, sui quali il tempo sembra non passare mai. La sua attività è aperta da tredici anni ma, dietro questi, c’è tanta gavetta svolta nelle botteghe, per imparare un mestiere ed aspirando ad esercitarlo. Ha iniziato con l’imparare a tenere un ago in mano, a dieci anni, per poi passare al taglio dei pantaloni o alla cucitura di un gilet. Il primo abito lo realizzò ad un carissimo amico… Secondo Furfaro il sarto, in Calabria, è come un piccolo negozio dalla grande firma, al quale si rivolge chi gradisce un prototipo non di serie o l’amante della sartoria del particolare.



Categoria: Artigianato   ->  Prodotti artigianali
Situata a: Via Dante  89046   Marina di Gioiosa Ionica(RC)    Mappa

Info correlate - Cerchiara dall'alto - Artigianato di Gerace - Siti archeologici - L’area archeologica di Caulonia - Complesso archeologico subacqueo - Area archeologica di Quote S. Francesco - Panorama - Alba - Spiaggia - antica stampa - Teatro Romano - Monasterace - Parco Museo di Arte contemporanea Santa Barbara - L’area archeologica di Quote S. Francesco - Santuario della Madonna della Grotta di Bombile - Chiesa San Nicola di Bari - Marina di Gioiosa Ionica cucina - Gastronomia - Archeologia a Bovalino - Siti archeologici - Arco della Grotta - Percorso Naturalistico - Arco di Trionfo - L'Arco dei Caraffa - Arco di trionfo - AREA ARCHEOLOGICA CASTELMONARDO - AREA ARCHEOLOGICA CASTELMONARDO - AREA ARCHEOLOGICA CASTELMONARDO - L'AORTA DI CARLO POERIO: STORIA DI UN'AMICIZIA RISORGIMENTALE CON IL PATRIOTA SANNICOLESE ANTONIO GARCEA - Area archeologica in località Bombaconi - Area archeologica in località Marmora - Area archeologica in località Monte Palazzi di Croceferrata - Monte Palazzi - Area archeologica in località Pirgo - Area archeologica in località S. Stefano - Area archeologica in località Zinnì - Area archeologica in località Monte Scifa


Torna indietro