Tu sei in:  Home Cultura e territorio Storia di Gerace
Italian - ItalyFrench (Fr)Deutsch (DE-CH-AT)GreekEnglish (United Kingdom)
Dettaglio info


Storia di Gerace Dettaglio  
X

Vista:
Periodo storico: 0000
Tipologia: Testo
Parole chiavi: gerace, reggio calabria

Borgo medioevale fondato dai profughi locresi su una rupe di arenaria, Gerace conserva uno dei centri storici più belli d’Italia. Il paese, il cui territorio ricade nel Parco Nazionale d’Aspromonte, custodisce secolari trazioni artigiane.


Borgo medioevale della provincia reggina, Gerace, il cui centro storico è considerato tra i più affascinanti e suggestivi d’Italia, custodisce un ricchissimo patrimonio di arte, di cultura e di tradizioni. Sorta su un’amba di arenaria, che riserva scorci panoramici di grande bellezza, la cittadina, il cui territorio, come testimonia la scoperta di diverse necropoli protostoriche, risulta frequentato sin dal Neolitico, fu fondata in epoca medioevale da profughi di Locri che, probabilmente tra la fine del VII e gli inizi all’inizi dell’VIII secolo d.C. (ma la datazione viene traslata, da alcuni, addirittura al X) scelsero il sito per le sue naturali caratteristiche di difendibilità. La leggenda narra che fu uno sparviero (dal greco hiérax) a guidare i locresi nel luogo in cui fondare il nuovo insediamento e proprio da tale circostanza la cittadina avrebbe poi tratto il suo nome; secondo altri il toponimo deriverebbe dal greco hierà àkis (vetta sacra) oppure dalla corruzione della denominazione bizantina Hagía Kyriaké (lat. Sancta Cyriaca), già attestata per il borgo nel 787. Di notevole rilevanza amministrativa e religiosa sotto il governo bizantino, più volte attaccata e saccheggiata dagli arabi (che la conquistarono nel 985/986) e sede di una delle diocesi più importanti e antiche della Calabria, fiorì sotto i Normanni, che ne fecero un centro di prima grandezza. Passata quindi sotto il dominio svevo, angioino e aragonese, divenne capoluogo di circondario con i francesi e tale rimase anche sotto il governo borbonico. All’incirca dalla metà del XIX secolo, si sviluppò lungo la costa un nuovo nucleo urbano che, nel 1905, divenne amministrativamente autonomo e nel 1934 cambiò, infine, la denominazione da Gerace Marina in Locri. Il borgo, nonostante le vicissitudini e le devastazioni dovute anche ai rovinosi terremoti, conserva l’antica atmosfera medioevale e molte delle sue splendide chiese, tra cui la cattedrale (l’edificio sacro di maggiore ampiezza della Calabria), la Chiesa Convento di San Francesco d’Assisi, quella di San Giovannello, di Santa Maria del Mastro e di Santa Maria del Monserrato. Gerace fa parte del Club “I borghi più belli d’Italia”, un’associazione che è nata nel 2001 (in seno alla Consulta del Turismo dell’Associazione Nazionale dei Comuni Italiani) per valorizzare il grande patrimonio storico-artistico dei piccoli centri della penisola. Città di antica sapienza artigiana, il cui territorio ricade nell’area del Parco Nazionale d’Aspromonte, essa è custode, in particolare, di una secolare tradizione figulina, di chiara ispirazione greca, ma sono ben rappresentate anche la lavorazione dei vimini, la tessitura e la produzione di pizzi e merletti all’uncinetto e al tombolo.



Categoria: Storia e tradizioni   ->  Storia dei luoghi
Situata a: Contrada Merici  0   Reggio di Calabria(RC)    Mappa

Info correlate - Comune di Bianco - Bianco Vecchio e la sua storia - Spiaggia di Capo Bruzzano - Memorial Scacchistico Paolo Musolino - Corribianco - Monastero di San Giovanni Theresti - Convento dei SS. Apostoli - Il centro storico - La cattedrale di Gerace - Il Museo diocesano - castello - Chiesa dell’Annunziatella - Chiesa di San Francesco d’Assisi - Chiesa di San Giovannello - Chiesa di Santa Maria del Mastro - Artigianato di Gerace - Siti archeologici - Il Borgo Incantato - Il Santuario di Demetra - Complesso archeologico subacqueo - Il tempio della Passoliera - Tempio dorico di Caulonia - Pazzano - L’Eremo di Monte Stella - Portigliola - Teatro Greco-Romano - Torre di Castellace - Torre dei Corvi - Stilo centro storico - La Cattolica - Castello Normanno - Chiesa di San Francesco - Chiesa di San Giovanni Nuovo - La Ferdinandea - Fonderia Ferdinandea - Palio di Ribusa - Le antiche fontane pubbliche - Monumento ai Cinque Martiri - Castello di Gerace - Museo Diocesano di Gerace - I Cinque Martiri - Personaggi Illustri - Panoramica Borgo maggiore - Portale di San Francesco - Vicolo - Gerace di notte - Panoramica Gerace - Castello - Altare chiesa San Francesco - Via Zaleuco di notte - Cripta Cattedrale - Via Vasia - Cattedrale Cappella di San Giuseppe - Chiesa di San Martino - Cattedrale - Cattedrale Santa Maria Assunta - Panorama - Cattedrale - Veduta di contrada Merici - Gerace - Chiesa di San Giovannello - Cattedrale - Chiesa dell'Addolorata - Chiesa della SS. Annunziata - Riace storia - Roccella Jonica storia - Marina di Gioiosa Jonica storia - Il Greco di Bianco - La BandaMusicale dell'Associazione Ars Nova Onlus di Gerace - Manifestazione "Il Borgo Incantato" - Gastronomia. - Usi e Costumi - Palazzi - San Giovanni di Gerace storia - Le antiche fontane - Chiesa di Santa Maria di Monserrato - Convento dei Cappuccini e chiesa di S. Maria delle Grazie. - Chiesa di S. Giorgio Martire - Chiesa di S. Michele de’ Latinis - Chiesa di Maria SS. del Carmine - Chiesa di S. Martino - Monastero S. Anna - Chiesa di Maria SS. dell'Addolorata - Chiesa del Sacro Cuore di Gesù. - Chiesa di S. Caterina - Chiesa di S. Nicola del Cofino


Torna indietro