Tu sei in:  Home Cultura e territorio Il Museo Nazionale di Locri
Italian - ItalyFrench (Fr)Deutsch (DE-CH-AT)GreekEnglish (United Kingdom)
Dettaglio info


Il Museo Nazionale di Locri Dettaglio  
X

Vista:
Periodo storico: 1998
Tipologia: Testo
Parole chiavi: Il Museo Nazionale di Locri, LOCRI,REGGIO CALABRIA

Istituito nel 1998, il Museo Nazionale di Locri è ubicato nelle immediate vicinanze dell’area archeologica. L’allestimento segue un criterio topografico, con settori dedicati all’area urbana, alle necropoli e ai santuari extra-urbani


Situato al Km. 95 della SS. Jonica 106 (E-90), il Museo Nazionale di Locri fu istituito nel 1998, ma preesisteva come Antiquarium già dal 1971. Ubicato proprio nelle immediate vicinanze dell’area archeologica, il museo contiene, oltre ai reperti provenienti dagli scavi effettuati soprattutto dagli anni Settanta del XX secolo in poi, importanti reperti un tempo inclusi in collezioni private, già parte del Museo Civico istituito nel 1914. L’allestimento segue un criterio topografico, con distinti settori dedicati all’area urbana, alle necropoli e ai santuari extra-urbani. La visita ha inizio da un’area sistemata a giardino in cui sono collocati reperti extra-murari di età greca e romana; anche nel portico del Museo sono esposti vari pezzi greci e romani un tempo custoditi nel Museo Civico. La prima sala interna contiene molti oggetti provenienti da corredi tombali rinvenuti nella necropoli di contrada Lucifero, tra cui uno splendido cratere di ceramica a figure rosse del cosiddetto “Pittore di Locri” (IV sec. a.C.). Nella sala successiva sono poi custoditi materiali rinvenuti nel santuario della Mannella, tra cui diversi frammenti di pinakes. Si prosegue quindi con l’ingente messe di reperti pertinenti agli scavi di Centocamere e di Marasà Sud. Nella quarta e nella quinta sala trovano posto i materiali provenienti da contrada Marasà, da Grotta Caruso, da Pozzo Fusemi, dalla necropoli di Parapezza, dal tempio di casa Marafioti e dal teatro. Nelle sale del secondo piano, infine, sono esposti molti degli oggetti pervenuti da collezioni private; sono, inoltre, ben rappresentati i periodi precedenti l’arrivo dei coloni greci (con materiali provenienti dalle necropoli protostoriche di Canale e Ianchina, Paterriti e Stefanelli di Gerace). Sono inoltre presenti, oltre a una raccolta numismatica che documenta i conii locresi tra IV e III secolo a.C., oggetti di epoca ellenistica e romana. Il museo, che è aperto tutti i giorni dalle 9,00 alle 19,00, rimane chiuso solo il primo lunedì di ogni mese



Categoria: Archeologia  ->  Musei archeologici
Situata a:   89044   Locri(RC)    Mappa

Info correlate - Comune di Bianco - Bianco Vecchio e la sua storia - Spiaggia di Capo Bruzzano - Memorial Scacchistico Paolo Musolino - Corribianco - Monastero di San Giovanni Theresti - Convento dei SS. Apostoli - Le cascate del Marmarico - Bagni di Guida - Storia di Gerace - Il centro storico - La cattedrale di Gerace - Il Museo diocesano - castello - Chiesa dell’Annunziatella - Chiesa di San Francesco d’Assisi - Chiesa di San Giovannello - Chiesa di Santa Maria del Mastro - Artigianato di Gerace - Siti archeologici - Il Borgo Incantato - Locri storia - Centocamere - Cinta Muraria di Locri Epizeferi - Necropoli - Santuario di Persefone - Stoà ad u - Tempio di Atena - Tempio di Marasà - Il Santuario di Demetra - Santuario di Grotta caruso o delle Ninfe - Rassegna di Teatro Classico - Ai confini del Sud - Il castello - Storia di Caulonia - L’area archeologica di Caulonia - Complesso archeologico subacqueo - Il tempio della Passoliera - Tempio dorico di Caulonia - Pazzano - L’Eremo di Monte Stella - Portigliola - Tempio Marafioti - Teatro Greco-Romano - Area archeologica di Quote S. Francesco - Torre di Castellace - Torre dei Corvi - Stilo - Stilo centro storico - La Cattolica - Castello Normanno - Duomo - Chiesa di San Francesco - Chiesa di San Giovanni Nuovo - La Ferdinandea - Fonderia Ferdinandea - Palio di Ribusa - Le antiche fontane pubbliche - Monumento ai Cinque Martiri - Castello di Gerace - Museo Diocesano di Gerace - I Cinque Martiri - Personaggi Illustri - Stilo sotto la neve - Santuario - Antonimina storia - Ciminà storia - Chiesa S. Nicola di Bari - Chiesa dell'Addolorata - Chiesa dei SS. Pietro e Paolo - Canolo storia - Chiesa Madonna delle Nevi - Chiesa di San Nicola - Samo storia - Chiesa della SS. Annunziata - Santuario di San Giovanni Battista della Rocca - Careri storia - Chiesa di San Nicola di Bari (Matrice) - Chiesetta di Bagni - Chiesa del SS. Salvatore - Chiesa di San Leo - Africo storia - Riace storia - Roccella Jonica storia - Marina di Gioiosa Jonica storia - Chiesa San Nicola di Bari - Antonimina Terme - Miniere di carbon fossile - Villa Romana - Parco Museo di Arte contemporanea Santa Barbara - Tempio di casa Marafioti - Chiesa di Santa Maria del Soccorso - Festa di Maria SS. di Pugliano - Il Greco di Bianco - Monasterace storia - L’area archeologica di Quote S. Francesco - Teatro greco-romano - Teca di Pirettina - Bivongi storia - Le antiche miniere di Pazzano - Gioiosa Ionica storia - Festa Patronale - Martone storia - Bovalino storia - Ferruzzano storia - Caraffa del Bianco storia - San Giovanni di Gerace storia


Torna indietro