Tu sei in:  Home Cultura e territorio Stoà ad u
Italian - ItalyFrench (Fr)Deutsch (DE-CH-AT)GreekEnglish (United Kingdom)
Dettaglio info


Stoà ad u Dettaglio  
X

Vista:
Periodo storico: 0000
Tipologia: Testo
Parole chiavi: Stoà ad u , locri,reggio calabria

Nei pressi di Centocamere si sono rinvenuti i resti di un singolare edifico detto “stoà ad u”, che trova difficili confronti nel mondo greco, anche per le grandi dimensioni (55x66) oltre che per l'ideazione progettuale.


Nei pressi di Centocamere, all’esterno della cortina di mura che scorre parallelamente alla linea di costa, sono stati scoperti i resti di un singolare edificio, denominato “stoà ad u”, perché costituito da tra corpi di fabbrica allungati a forma di u che formavano un portico con colonnato coperto delimitante un cortile rettangolare. La stoà si articolava in una sequenza di ambienti circoscritti da muretti in ciottoli e piccoli blocchi in calcare. Esposto verso il mare, ma riparato dal sole, il complesso architettonico è ascrivibile a un periodo di tempo che va dal VII alla seconda metà del IV sec. a.C., con due distinte fasi costruttive. Vi era anche un sacello, quasi certamente dedicato al culto di Afrodite. Nel cortile sono stati individuati circa 400 pozzi, ricolmi di oggetti votivi, resti di banchetti e di animali sacrificali. Infatti, oltre ad offrire riparo ai naviganti (si pensi alla prossimità con il mare) il complesso era utilizzato per riti che prevedevano banchetti comuni. Questi e altri elementi hanno fatto supporre che l’area fosse dedicata al culto di Afrodite, dea dell’amore, e che nella stoà si praticasse anche la prostituzione sacra (documentata dalle fonti per Locri Epizefiri) sotto forma di “voto” alla dea Afrodite, soprattutto in momenti particolarmente difficili, come durante l’attacco mosso da Reggio nel 477 a.C. e al tempo della minaccia lucana nel IV a.C. Nella II metà del IV secolo, demolito il sacello, venne edificata una nuova struttura, denominata dagli studiosi “casa dei leoni” per la presenza di bellissime lastre di gronda in calcare con gocciolatoio a testa di leone (custodite al Museo Nazionale di Locri). Si è pensato che in tale edificio si praticasse il culto di Adone, l’amato di Afrodite, e che vi risiedessero le sacerdotesse votate a tale culto



Categoria: Archeologia  ->  Scavi archeologici
Situata a:   89044   Locri(RC)    Mappa

Info correlate - Comune di Bianco - Bianco Vecchio e la sua storia - Spiaggia di Capo Bruzzano - Memorial Scacchistico Paolo Musolino - Corribianco - Monastero di San Giovanni Theresti - Convento dei SS. Apostoli - Le cascate del Marmarico - Bagni di Guida - Storia di Gerace - Il centro storico - La cattedrale di Gerace - Il Museo diocesano - castello - Chiesa dell’Annunziatella - Chiesa di San Francesco d’Assisi - Chiesa di San Giovannello - Chiesa di Santa Maria del Mastro - Artigianato di Gerace - Siti archeologici - Il Borgo Incantato - Locri storia - Il Museo Nazionale di Locri - Centocamere - Cinta Muraria di Locri Epizeferi - Necropoli - Santuario di Persefone - Tempio di Atena - Tempio di Marasà - Il Santuario di Demetra - Santuario di Grotta caruso o delle Ninfe - Rassegna di Teatro Classico - Ai confini del Sud - Il castello - Storia di Caulonia - L’area archeologica di Caulonia - Complesso archeologico subacqueo - Il tempio della Passoliera - Tempio dorico di Caulonia - Pazzano - L’Eremo di Monte Stella - Portigliola - Tempio Marafioti - Teatro Greco-Romano - Area archeologica di Quote S. Francesco - Torre di Castellace - Torre dei Corvi - Stilo - Stilo centro storico - La Cattolica - Castello Normanno - Duomo - Chiesa di San Francesco - Chiesa di San Giovanni Nuovo - La Ferdinandea - Fonderia Ferdinandea - Palio di Ribusa - Le antiche fontane pubbliche - Monumento ai Cinque Martiri - Castello di Gerace - Museo Diocesano di Gerace - I Cinque Martiri - Personaggi Illustri - Stilo sotto la neve - Santuario - Antonimina storia - Ciminà storia - Chiesa S. Nicola di Bari - Chiesa dell'Addolorata - Chiesa dei SS. Pietro e Paolo - Canolo storia - Chiesa Madonna delle Nevi - Chiesa di San Nicola - Samo storia - Chiesa della SS. Annunziata - Santuario di San Giovanni Battista della Rocca - Careri storia - Chiesa di San Nicola di Bari (Matrice) - Chiesetta di Bagni - Chiesa del SS. Salvatore - Chiesa di San Leo - Africo storia - Riace storia - Roccella Jonica storia - Marina di Gioiosa Jonica storia - Chiesa San Nicola di Bari - Antonimina Terme - Miniere di carbon fossile - Villa Romana - Parco Museo di Arte contemporanea Santa Barbara - Tempio di casa Marafioti - Chiesa di Santa Maria del Soccorso - Festa di Maria SS. di Pugliano - Il Greco di Bianco - Monasterace storia - L’area archeologica di Quote S. Francesco - Teatro greco-romano - Teca di Pirettina - Bivongi storia - Le antiche miniere di Pazzano - Gioiosa Ionica storia - Festa Patronale - Martone storia - Bovalino storia - Ferruzzano storia - Caraffa del Bianco storia - San Giovanni di Gerace storia


Torna indietro