Tu sei in:  Home Cultura e territorio PAOLO SERRAO
Italian - ItalyFrench (Fr)Deutsch (DE-CH-AT)GreekEnglish (United Kingdom)
Dettaglio info


PAOLO SERRAO Dettaglio  
X

Vista:
Periodo storico: 0000
Tipologia: Testo
Parole chiavi: Paolo Serrao,Filadelfia

Nacque a Filadelfia l'11 aprile 1830, musicista e compositore. Personaggio d'eccellenza del movimento musicale dell'epoca.


A soli 8 anni, da autodidatta, riuscì nell'impresa di stupire in un concerto per pianoforte e orchestra del compositore tedesco Daniel Steibel, presso una serata pubblica organizzata da un suo zio al Teatro Comunale di Catanzaro. Le notevoli capacità dimostrate gli permisero di entrare, in modo gratuito, all'età di 9 anni, nel Real Colleggio di Musica di Napoli sotto la guida di Carlo Conti e Francesco Lanza. Ebbe inizio così, per il giovane talento, lo studio accademico del pianoforte e lo studio della composizione. Classificatosi primo ai saggi indetti dal Conservatorio, gli fu affidato l'incarico di , ossia studente che segue colleghi più giovani. Nel 1840, fu nominato Direttore del Real Colleggio di Musica Saverio Mercadante. Nel 1852, anno in cui il Serrao si congedava definitivamente dal Real Colleggio, compose l'opera semiseria L'impostore. Nel 1853 compose Leonora dei Bardi e quattro anni dopo l'opera semiseria C.B. Pergolesi, che ebbe un felicissimo riscontro. Sotto l'insegnamento del Serrao, sulla stessa cattedra che fu del suo maestro Gennaro Parisi, si formarono illustri musicisti. Nel 1868 gli fu dato l'incarico di Direttore d'Orchestra del teatro S. Carlo. In questo anno compose La Duchessa di Guisa rappresentata presso il teatro di cui era Direttore. In occasione della morte del Mercadante compose una messa Requiem. Nel 1870 fu nominato Direttore del Conservatorio "S. Pietro a Majella" e sotto la sua guida esso fu centro di eccellenza e punto di riferimento per il movimento musicale dell'epoca. Il Serrao continuò a coltivare la passione per la composizione creando opere di spessore come il Figliuol Prodigo e Dianorra dei Bondi. Nel 1905 compose l'opera Nostalgia, dedicandola alla terra natale e devolvendo gli introiti alle famiglie danneggiate dal terremoto che lo stesso anno colpì Filadelfia. Spettacolare esempio di dedizione e amore per la musica, si spense il 17 marzo 1907.



Categoria: Personaggi Calabresi  ->  Artisti
Situata a: Corso Italia, 89814 Filadelfia VV, Italia  89814   Filadelfia(VV)    Mappa

Info correlate - LA CHIESA DELLA MADONNA DEL CARMINE DI FILADELFIA - PIAZZA DI FILADELFIA - PIAZZA DI FILADELFIA - MULINO PRANTARI - MULINO PRANTARI - MULINO PRANTARI - PAOLO SERRAO - CHIESA DI SANTA BARBARA - CHIESA DI SANTA BARBARA - CHIESA DI SAN TEODORO - CHIESA DI SAN TEODORO - CHIESA DI SAN TEODORO - CHIESA DI SAN FRANCESCO - CHIESA DI SAN FRANCESCO DI PAOLA - CHIESA DI SAN FRANCESCO DI PAOLA - MONUMENTO CROCELLA - AREA ARCHEOLOGICA CASTELMONARDO - AREA ARCHEOLOGICA CASTELMONARDO - AREA ARCHEOLOGICA CASTELMONARDO - CHIESA DI SAN NICOLA - CHIESA DI SAN NICOLA - CHIESA DI SAN NICOLA - FONTANA DELLA FICARAZZA (FILALDELFIA) - FONTANA DELLA FICARAZZA (FILALDELFIA) - FONTANA DELLA FICARAZZA (FILALDELFIA) - MONUMENTO CROCELLA - MONUMENTO CROCELLA - IL TRADIZIONALE BALLO DEL CAMMELLO (FILADELFIA) - IL TRADIZIONALE BALLO DEL CAMMELLO (FILADELFIA) - "A CUMPRUNTI" (FILADELFIA) - "A CUMPRUNTI" - "A CUMPRUNTI"


Torna indietro